L’attesa per il gusto di lei

DiLei1

Era tutto pronto, finalmente il momento tanto atteso era giunto.
Da mesi volevo farlo. Era nato come una piccola voglia, un ricordo di una vacanza estiva in Liguria. Ora stava diventando un bisogno.
Da una settimana stavo organizzando la cosa nei minimi dettagli, ora ero pronto.
Accesi lo stereo e misi della buona musica per rendere ancora più magico il momento. Ripercorsi tutti i passi nella mente, arrivai a immaginare tutto, i preparativi e poi finalmente il suo calore, il suo profumo, le sensazioni in bocca.
Cercai di non lasciare nulla al caso. I giorni precedenti li passai facendo ricerche: libri, internet, amici, conoscenti.
La passione e la voglia di fare, stavano finalmente tornando in queste ultime settimane. Volevo fare qualcosa di diverso, di insolito, qualcosa di stimolante. Volevo stupirmi.
Disposi tutto su un piano al centro della camera. Iniziai dai fondamentali.
La scoprii piano, piano. Non me la aspettavo cosi, c’era qualcosa di strano.
Con calma, anche se con leggero nervosismo, presi le forbici e l’aprii completamente e svelai il mistero.
Davanti ai miei occhi si presentò il peggio.
Macchie scure. La pasta fresca di Giovanni Rana aveva della zone coperte di muffa, la pasta non era più fresca!
In pochi attimi il sogno di preparare delle lasagne al pesto speciali, svanì.
Mi toccó preparare la pizza, le lasagne avrei riprovato a prepararle il giorno successivo, anche se sapevo che non sarebbe stata la stessa cosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...